Progetto DSA e BES

Progetto DSA e BES

Progetto Laboratorio DSA e BES

Presso il Centro di Riabilitazione dell’Età Evolutiva

VILLA ALBA Fonte Nuova

Premessa

Nell'anno scolastico 2017-2018, le certificazioni DSA (relative a dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia) sono state 276.109, su una popolazione studentesca di 8.582.920, ovvero il 3.2% della popolazione scolastica.

 La percentuale più alta di alunne e alunni con DSA si trova nella scuola secondaria di 1° grado la cui frazione è pari al 5,6% dei frequentanti, contro il 4,7% della secondaria di 2° grado e l’1,96% della primaria.

La maggior proporzione di studenti DSA nella scuola secondaria di 1°grado, può essere (in parte) spiegata con il ritardo della prima certificazione che non avviene nella scuola primaria, ma nella scuola secondaria di 1° grado (più raramente nella suola secondaria di 2° grado).

Inoltre il maggiore incremento osservato nella scuola secondaria di 2° può essere (in parte) spiegato con un effetto di “accumulo” dovuto a una più lunga permanenza degli studenti con DSA nella scuola secondaria di 2°grado, per effetto combinato di due fattori:

  • rallentamento dei percorsi scolastici degli studenti con DSA (determinati dalle bocciature),

progressiva riduzione del fenomeno dell’abbandono scolastico rispetto al passato, abbastanza diffuso nella scuola secondaria di 2° grado.

La Diagnosi nel caso si tratti di una prima Certificazione.

Si creerà all’interno del Centro Riabilitativo dell’Età Evolutiva di Villa Alba un’equipe multidisciplinare composta da:

Neuropschiatra Infantile (NPI), Psicologo/a, Logopedista, Tutor specializzato.

Fasi diagnostiche:

  • Prima visita con NPI;

  • Valutazione degli apprendimenti fatta dal Logopedista;

  • Valutazione del funzionamento cognitivo fatta dallo Psicologo;

  • Riunione di Equipe di discussione del caso prima della restituzione ai genitori. Alla quale parteciperanno NPI, Psicologo (che avrà funzione di supervisione e contatto con la scuola e tramite scuola-famiglia-tutor), Tutor specializzato.

  • Visita di restituzione della diagnosi ai genitori da parte del NPI.

Pacchetto Diagnostico

Si può pensare ad un pacchetto diagnostico da proporre ai genitori comprensivo di 8/9 incontri:

  • 2 visite NPI;

  • 3 incontri di valutazione Logopedica (comprensivi della stesura della relazione da parte del professionista);

  • 2/3 incontri di valutazione del Funzionamento Cognitivo;

  • 1 incontro con il referente Psicologo;

Per i pazienti che possiedono già una certificazione DSA.

Qualora giunga presso il nostro Servizio un ragazzo già in possesso di una certificazione DSA, si può prevedere una tipologia di trattamento che comprende:

  • 1 prima visita con NPI;

  • 1 incontro con il referente Psicologo del Progetto;

  • 1 riunione di Equipe;

Normativa di riferimento

L’accesso ad una struttura convenzionata con il Sistema Sanitario Nazionale che ha creato nel tempo, una rete con le diverse Istituzioni presenti nel territorio (Scuole) e l’esperienza maturata, negli anni, dai professionisti coinvolti nell’equipe Multidisciplinare nell’ambito dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, garantisce alle famiglie una presa in carico globale.

Tali professionisti operano nell’ambito delle normative vigenti in materia di Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Legge n. 170 dell’8 ottobre 2010.

Decreto Ministeriale n. 5669 del 12 luglio 2011

Linee Guida per il diritto allo studio di alunni e studenti con DSA del 2011.

Direttiva Ministro Profumo sui Bisogni Educativi Speciali, 27/12/2012

Circolare Ministeriale nr.8 del 06/03/2013 con le Indicazioni

Operative della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 “Strumenti d’intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”.

Laboratorio specialistico

Il laboratorio specialistico per DSA e BES ha come finalità:

  • favorire l’autostima e l’autonomia attraverso un intervento personalizzato;

  • sviluppare l’autoregolazione emotiva e comportamentale;

  • favorire l’integrazione nel gruppo classe;

dei ragazzi con disturbi specifici dell’Apprendimento (dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia).

COME FUNZIONA UN LABORATORIO

Gli alunni con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (Dsa) faticano nei compiti a casa, perché spesso non conoscono le strategie giuste, a volte si sentono inadeguati mettendo in atto comportamenti di dipendenza dai propri genitori o al contrario manifestando opposizione o eccessivo impegno.

E’molto importante invece che questi alunni vengano seguiti da persone specializzate (tutor dell’apprendimento), in grado di impostare un corretto metodo di studio che li conduca ad una autonomia didattica.

Il laboratorio didattico che viene proposto, dà al ragazzo una nuova consapevolezza delle proprie potenzialità sia nel lavoro scolastico che in famiglia. Si ottengono questi risultati attraverso l’uso di strategie di intervento specifiche e strumenti compensativi e dispensativi, metodologie didattiche attive e strategie psicoeducative, con l’obiettivo di favorire il benessere dei ragazzi e una migliore qualità della vita scolastica.

Equipe multidisciplinare

L’equipe sarà composta dalla Neuropsichiatra Infantile (NPI), una Psicologa, un Logopedista e Tutor specializzati.

Tali professionisti avranno il compito, sia di individuare le modalità di lavoro più idonee, sia di creare un ponte tra la famiglia, i terapisti e gli insegnanti curricolari.

Il laboratorio didattico è rivolto ad alunni DSA della scuola primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado. I ragazzi saranno divisi in piccoli gruppi omogenei al loro interno in considerazione dei profili di funzionamento valutati dall’equipe multidisciplinare e in base alla diagnosi fatta.

In alcuni casi, come comorbidità quali Adhd o comportamento oppositivo- provocatorio, potrebbe essere necessario l’affiancamento di un tutor individuale.

Modalità di svolgimento. L’attività è organizzata in piccoli gruppi (rapporto un tutor ogni 3 alunni) e si svolgerà in lezioni da due ore ciascuna.

Sarà possibile partecipare a una, due o tre lezioni di due ore ciascuna nell’arco della settimana.

La scelta deve essere comunicata dalla famiglia al momento dell’iscrizione.

Cosa si fa nel Laboratorio

In concreto il laboratorio :

  • potenzia il problem solving;

  • permette di acquisire metodi e strategie di studio;

  • favorisce una maggiore autonomia nell’uso degli strumenti compensativi;

  • promuove la consapevolezza del proprio modo di apprendere al fine di “imparare ad apprendere” in agni ambito disciplinare e trasferire le strategie individuate come utili per il proprio modo di apprendere (meta cognizione);

  • imparare a lavorare in gruppo, ognuno può confrontarsi e raccontare di sé in un luogo in cui è chiaro che ognuno ha una certificazione relativa ad un disturbo dell’apprendimento;

  • si fanno i compiti, si studia, si ripassa.

E’ importante sottolineare che i compiti da farsi non sono solo quelli previsti per il giorno successivo, ma anche quelli per i giorni seguenti e per la settimana successiva.

L’obiettivo comunque non è finire tutti i compiti. I compiti sono lo spunto per applicare efficaci strategie di apprendimento che portino il ragazzo all’autonomia.

Le famiglie

Verrà effettuato un colloquio preliminare con le famiglie durante il quale verranno spiegate le modalità di attuazione del progetto specifico e saranno coinvolte, attraverso le osservazioni che farà il tutor durante le attività, rispetto ai miglioramenti. Dove possibile, potranno inoltre fornire un Pc portatile ai figli.

Eventuali progetti e interventi scolastici

I ragazzi e le famiglie che arrivano al nostro Centro che non hanno già una certificazione DSA necessiteranno della stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato.

Tale progetto andrà redatto dall’equipe Multidisciplinare (Logopedista, Psicologo, Tutor) in collaborazione con gli insegnati curricolari.

Referente del Laboratorio

Dr.ssa Ilaria Pancotti Psicologa dell’età evolutiva

La forza del lavoro di gruppo...

Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee. G.B.Shaw